RASSEGNA STAMPA

La Missione in Bolivia sponsor dei Concordi 05.11.05 

Decennale della missione boliviana. Don Claudio Piccinini, da poco rientrato in Italia, ha premiato il Coro dei Concordi di Roccastrada gemellato proprio 10 anni fa col coro della sua parrocchia boliviana il coro Maria Reina de la Paz di S. Cruz de la Sierra in Bolivia.

Il sodalizio artistico fra coristi roccastradini e boliviani nacque già nel 1995 durante uno storico teleconcerto natalizio fra le chiese di Roccastrada e di S. Cruz. Dopo dieci anni si conferma dunque un legame culturale forte di cui si fa portavoce don Claudio ex parroco di Roccastrada e missionario in Bolivia. Il premio è costituito da berrettini sponsorizzati “made in Bolivia” messi a punto dalle stesse mani delle parrocchiane del quartiere di don Claudio. Si tratta di cappellini etichettati blu che il coro roccastradino utilizzerà per la sua divisa estiva. Dopo i gemellaggi con Germania, Francia e Spagna i Concordi innovano così un itinerario culturale nel segno della solidarietà internazionale e di un nuovo look giovane e dinamico grazie alla creatività boliviana. Nel 2002 fu lo stesso cardinale boliviano Julio Terrazas, cittadino onorario di Roccastrada, a invitare i Concordi a tenere concerti nelle antiche missioni gesuite dell’Amazzonia, oggi è don Claudio che, nel confermare queste attese, rinnova la simpatia dei boliviani verso il coro roccastradino che, nel vecchio continente, rimane un gemello affidabile con cui dialogare mediante il linguaggio universale della musica.

PROVA IL CORO I CONCORDI IN VIAGGIO PER L'ALTA MAREMMA 
Con lo slogan "Prova il Coro" il Coro dei Concordi di Roccastrada usa la strategia del marketing per promuovere cultura e sviluppo. L'intuizione è del corista Libertario Lanzoni, 30 anni come manager nella Coop, ma l'obiettivo non è commerciale, qui si tratta di alimentare la passione per la musica.
L'iniziativa popolare capitalizza così il successo del recente concerto itinerante dei Concordi nel Centro Storico di Roccastrada durante le ultime feste settembrine. Il Coro dei Concordi  in 15 anni di attività si è occupato anche di solidarietà, di promozione del territorio e di sviluppo turistico e, dopo aver ideato i gemellaggi europei e i "Roccastradini nel Mondo",  i coristi fanno ora pressing sulla società civile investendo sul territorio e invitando la gente, in modo quantomeno originale, ad entrare in uno dei gruppi corali più dinamici della Maremma. Con "Prova il Coro"  parte infatti in ottobre la carovana dei coristi che per tre mesi ogni venerdì toccherà una frazione comunale per portare il loro "metodo" e il loro canto a domicilio, paese per paese, per rilanciare l'immagine culturale del comprensorio.
Le prove corali a domicilio sono aperte a tutti e il M° Amerini spiegherà di volta in volta la tecnica e il metodo dei Concordi coinvolgendo gli intervenuti. Lo scopo è rivitalizzare le frazioni con nuovi stimoli culturali e trovare nuovi coristi. "La migliore pubblicità - dice Lanzoni - è sempre quella che avviene a contatto diretto con la gente e con i coristi itineranti abbiamo anche messo a miglior frutto le consuete prove del venerdì che così acquistano un nuovo valore aggiunto."   Ecco gli appuntamenti: Torniella Circolo Arci venerdì 14 ottobre ore 21; Roccatederighi Centro Civico venerdì 21 ottobre ore 21(con il Coro San Martino);  Ribolla ex cinema Mori venerdì 28 ottobre ore 21, seguiranno poi Sticciano, Sassofortino e Montemassi.
 As ...saggi corali 09.09.05   Il coro al gran completo si esibisce sabato 10 settembre nel centro storico di Roccastrada, nelle sue viuzze, nelle sue piazzette per promuovere la Mostra mercato dell'antichità.  Le soste previste sono in Borgo, Piazza dell'Orologio, Scalinata della Torre, Castello, Terrazze e Madonnina. 
Nona edizione di Melodie nel Castello  organizzata dal Coro dei Concordi con il patrocinio del Comune di Roccastrada e del Corpo forestale dello Stato. Il Castello di Belagaio presso Torniella sarà aperto al pubblico dalle 20 alle 24 per una visita libera già sabato 2 luglio. La stessa sera alle ore 21 ritorna consueta annuale rassegna musicale sotto le stelle nella corte del maniero di caccia che fu dei conti Grottanelli e ora di propriEtà dello Stato. Ci sarà al gran completo l'Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Ginevra il Coro dei Concordi e la Compagni Instabile dei Dintorni.  Poesia e musica nella cornice naturalistica della Val di Farma.  I Concordi eseguiranno musiche medioevali e moderne, l'ensemble svizzero d'archi e flauto musiche di Boccherini, Telemann, Bach, la compagnia teatrale poesie di Grottanelli e autori contemporanei.  L'evento è ad ingresso libero e gratuito e si trova all'interno del circuito di valorizzazione ambientale comunale "Suoni e Sapori". Intanto è già in preparazione il decennale della Rassegna 2006 e il Coro preannuncia la celebrazione di un anniversario memorabile con gruppi artistici di rilievo mondiale, sarà una sorpresa. Il coro intanto ha avviato una campagna per l'assunzione di nuovi coristi e preparare così il prossimo calendario che vedrà i Concordi in tournée in Spagna già in ottobre 2005 e a Praga e Salisburgo nel 2006.
NUOVE CARICHE NEI CONCORDI 09.06.05 Cambio della dirigenza al Coro dei Concordi di Roccastrada. Assemblea straordinaria del Coro l'8 giugno 2005. Carlo Pistolesi al suo terzo mandato dal 1998 lascia l'incarico a Paola Mauri.   In 7 anni Pistolesi ha garantito al Coro roccastradino ampie opportunità gestendo le tournée all'estero e ridisegnando l'immagine del vivace gruppo musicale.  Con lui il Coro ha tenuto concerti a Tours in Francia e a Speyer in Germania, a Venezia, a Firenze, a Assisi, a Roma.  Un periodo di crescita che il coro non dimentica.  Mauri, contralto dalla fondazione del 1992, ha già ricoperto cariche interne importanti, ha una profonda cultura nusicale, è imprenditrice e ha a cuore da anni lo sviluppo non solo culturale del territorio.  Le pari opportunità quindi si estendono anche ai Concordi.  Roccastrada vede infatti ai massimi vertici di alcune delle maggiori associazioni ben 5 donne: al Comitato Festeggiamenti Sara Bani, alla Compagnia Instabile Maddalena Siotto, il Comitato Val di Farma, Loretta Pizzetti, all'Avis Donata Sottani.  Oltre alla Mauri sono entrati nel direttivo Tiziana Mori come capo sezione soprani e entra nella commissione artistica Adriana Calvellini.  Per proseguire l'opera di Pistolesi i Concordi stanno attivando una fase di rilancio organizzativo in vista degli appuntamenti di Spagna del 2005 e di Praga e Salisburgo nel 2006.  Partirà a breve quindi una campagna pubblicitaria per la ricerca di nuovi affiliati e potenziare così il coro con nuovi ingressi.

16° Convivio Corale dei Concordi di Roccastrada. 07.07.04 A chiusura della stagione concertistica dell'estate 2004 il Coro realizza il 14 luglio una cena medioevale presso la Ferriera sul Farma complesso siderurgico dell'alto medioevo recuperato dal mecenate dei nostri giorni Andrea Cuccia. La Ferriera si trova nella suggestiva valle del Farma e farà cornice all'annuale meeting della vivace associazione musicale roccastradina che sta preparando un percorso artistico di qualità in prospettiva di alcune tournée anche all'estero. Sarà anche l'occasione per aggregare nuovi coristi per la stagione 2005. Il convivio è strettamente ad invito.

I PROGRAMMI DEL CORO 25.06.04   Stagione artistica di alto livello per i Concordi di Roccastrada che hanno impostato il lavoro del triennio 2004-2006: Obiettivo Qualità ovvero musica colta e appuntamenti internazionali. Dopo il concerto al Castello di Belagaio la prossima esibizione dopo la pausa estiva è il 19 settembre con il "Concerto della Traslazione" nella Chiesa di San Martino di Batignano in ricorrenza della Traslazione del Venerabile Giovanni in quella chiesa dopo i lavori di realizzazione del nuovo altare a lui dedicato. Sempre lo stesso giorno i Concordi realizzano il "Concerto dell'Olimpiade"all'Anfiteatro Romano di Roselle con una perfomance culturale inedita.  Nell'ellisse dell'antico teatro saranno eseguiti brani dall'Epitaffio di Seikilos dell'Antica Grecia (I sec. a.C.). Appuntamenti importanti poi attendono il coro nel 2005 con una tournée in Spagna per il gemellaggio tra Roccastrada e Bonrepos i Mirambell qui il coro canterà a Valencia nella Cattedrale del Santo Graal, poi all'Expo di Calatrava e nella Plaza de Toros. In programma anche una tournée a Praga, per festeggiare l'ingresso della Repubblica Ceca nell'Unione Europea con concerti nella Cattedrale di San Vito e al prestigioso Mozarteum. In prospettiva poi il 2006 si presenta ancor più vivace con una tournée in Sudamerica al 6° Festival di Musica Iberico-Latino-Americana in Amazzonia e il Festival di Salisburgo. l livello dell'impegno artistico e organizzativo dei Concordi richiede  nuovi cantori, donne e uomini, capaci di potenziare l'organico in vista di questi impegni internazionali.

IL CORO AL VOTO 24.06.04 Stagione concertistica 2004: il Coro cambia gli orari delle prove. La notizia sembrerebbe di per sé marginale ma è il metodo per giungere a questa scelta che fa notizia la scelta infatti è stata messa ai voti con tanto di campagna elettorale e votazioni in piena regola. Si sono formati simpaticamente tre partiti il Partito del Giovedì il (PdG), il Partito del Venerdì (PdV) e il Partito del giorno Qualunque (PdQ). Le elezioni con regolare seggio, cabina e segretezza del voto hanno visto prevalere il PdG con il 55 % dei voti validi seguono il PdV 35%  mentre il PdQ si ferma al 10%. Per 12 anni le prove del coro roccastradino sono state effettuate tutti i venerdì al Centro Civico di Roccastrada ma per consentire ai coristi maggiore libertà nei week end non impegnati da concerti, il giorno delle prove da oggi è stato anticipato a giovedì.

UNA ROCCASTRADINA A PRAGA da Piazza Gramsci alla Nunziatura di Praga 24.06.04 L'associazione "Roccastradini nel Mondo" nata per valorizzare la "roccastradinità" sparsa nei 5 continenti richiama l'attenzione su un personaggio emblematico: Daniela Tuliani, una vita donata alla chiesa, un forte carisma fin da giovane età accompagnato da uno stile di vita austero e da un rapporto intenso e riservato con il prossimo. Roccastradina purosangue, allieva della scuola di vita di don Bailo conosce a 16 anni il Movimento dei Focolari, una realtà nella galassia cattolica oggi presente in 183 nazioni con oltre 1 milione di aderenti. I focolarini sono una dimensione ecclesiale socialmente avanzata, un movimento spiccatamente comunitario che predica l'unità fra i popoli nel nome della Trascendenza. Da lì nasce la vocazione e Daniela parte giovanissima lascia Piazza Gramsci, dove vive coi genitori, per approdare a Milano.  Qui contribuisce a consolidare il movimento dei focolari, entra nella congregazione religiosa dei focolarini, e lavora prima alla rivista "Popoli e Missione" poi in una industria milanese, finché dopo anni di lavoro raggiunge la meritata pensione. Nei giorni scorsi aveva appena ripreso contatti con gli amici di Roccastrada quando è stata "chiamata"  di nuovo a ricominciare da capo.  Daniela, preferisce il silenzio alla pubblicità, ma "Roccastradini nel Mondo" e gli amici di Roccastrada non possono tacere su questo personaggio "fuoriclasse" cresciuto in una Roccastrada fervida di tensioni sociali e maturato in quella chiesa aperta al dialogo sia dentro che tra persone di convinzioni diverse, principi questi ispiratori anche oggi dell'associazionismo roccastradino. Daniela stava già assaporando il diritto alla pensione e quindi il suo programmato ritorno da pensionata sulla Rocca di Ildebrando quando è stata "chiamata" alla segreteria della Nunziatura di Praga l'ambasciata vaticana nella Repubblica Ceca. Non ha saputo dire di no dimostrando ancora una volta doti tutte nostrane: tenacità e generosità. Con l'aiuto di Daniela il Coro dei Concordi di Roccastrada pensa già ad una tournée a Praga per dare forza ai principi di fratellanza, di unità e di europeismo della giovane Repubblica Ceca entrata solo da pochi giorni nell'Unione Europea.

Un concerto per la CRI Annuale concerto " Melodie nel Castello" organizzato dal Coro dei Concordi. E' grazie alla disponibilità del Corpo Forestale dello Stato se ogni anno l'estate roccastradina si apre con questo evento culturale che unisce arte e ambiente. Sabato 26 giugno alle ore 21 ottava rassegna musicale nel chiostro dei Conti Grottanelli in notturna e nella cornice incontaminata della valle del Farma. Dalle ore 20 alle 21 è possibile anche una visita guidata al castello. Dal 1995 sono stati ospiti dei Concordi artisti e cori provenienti da Italia, Spagna e Germania.  Quest'anno è la volta della Svizzera: ospite della rassegna "Ensemble à cordes" quintetto di flauto, violini e violoncello del Conservatorio di Ginevra con musiche di Vivaldi, Corelli, Britten, dirette dal maestro Jean-Claude Adler con Guillame Adler e Camille Aebischer al violino, Raphael Abeille e Anna Minten al violoncello e Dominique Guignard al flauto. Sponsor l'amministrazione comunale di Roccastrada, la rassegna è nata nel 1995 per valorizzare il complesso architettonico e il biotipo delle foreste del Farma che quest'anno si è arricchito del nuovo centro di osservazione e ricerca della Amministrazione Provinciale di Grosseto. La rassegna musicale quest'anno è finalizzata a richiamare attenzione sulla protezione civile del territorio e sarà a favore della CRI di Roccastrada che ha in cantiere la costituzione del NAB (Nucleo Antincendio Boschivo) squadra di pronto intervento 24 ore su 24 in collaborazione con l'ente comunale. Il NAB  è costituito da 2 addetti per turno, è rivolto alla prevenzione antincendio e sarà dotato di un fuoristrada con 1 metro cubo d'acqua e naspi da 200 metri e potrebbe entrare in azione subito per la prossima estate grazie alla collaborazione CRI-Comune e le sinergie con il Corpo Forestale, Provincia e Regione.  L'ingresso al concerto e al castello è libero e gratuito.

100 tedeschi di Zeiskam  12.05.04.   100 teedschi da Zeiskam centro gemellato con Roccastrada, faranno le ferie in Maremma tra il 16 e il 22 maggio ospiti nella casa Stella Maris di Boccheggiano e di numerose famiglie roccastradine. I tedeschi sono al seguito del Coro Froshinn una compagine artistica prestigiosa diretta dal maestro Josef Siegel che conta ben 110 coristi specializzati in musica operistica con un grande repertorio musicale, alcuni CD all'attivo e molti concerti nei migliori teatri della Germania.  Il programma dei gemelli tedeschi vede la visita ai siti archeologici del territorio e alle attività produttive tipiche di Roccastrada. Previsto anche un grande concerto di chiusura al Teatro dei Concordi sabato 22 maggio insieme al Coro dei Concordi e al gruppo folkloristico maremmano I Pettirossi. Gli ospiti tedeschi erano dapprima alloggiati al Sant'Huberto ma dopo le vicende della gestione e la conseguente chiusura dell'unico albergo del territorio roccastradino hanno dovuto spostarsi sullo Stella Maris di Boccheggiano una struttura di tutto rispetto della Curia Vescovile di Grosseto.  L'operazione ha consentito così di confermare l'accoglienza già programmata da mesi da parte del Coro dei Concordi che per la prima volta ospita il coro gemello che in Germania nel 2002 fece gli onori di casa alla delegazione italiana a Zeiskam.

Roccastradini nel Mondo unitevi.   E' nata la prima associazione dei Roccastradini "fuori patria" con sede a Venezia.  Vi sono associati i roccastradini del nord est italiano Membri del comitato promotore sono Giorgio Martellucci, Alceo Bacci e Sergio Poli tutti roccastradini doc, ma residenti nel nord da almeno 20 anni per lavoro,  ed è proprio da Venezia che Martellucci coordina il sodalizio. L'occasione per il lancio della nuova e inedita "Roccastradini nel mondo" associazione di  roccastradini "all'estero" è stata la tournée a Venezia del Coro dei Concordi a cui ha presenziato anche una delegazione di ex roccastradini giunti da mezza Italia convocati al meeting strapaesano col coro roccastradino al Campo dei Frari di Venezia. I Concordi hanno fatto da promoter alla nascente associazione con una performance artistica resa possibile grazie agli sponsor, Coop Unione, Spadi Enzo, Doce Forno, Salumi Santella e Agriturismo Tisignana che hanno offerto prodotti tipici. I roccastradini fuori patria hanno così oggi un motivo in più per essere orgogliosi della Maremma con un Coro dei Concordi che ha fatto da corollario a questa iniziativa etnico-culturale con varie esibizioni per le calli veneziane presentando i prodotti tipici di Maremma e esportando musica popolare toscana. Eccezionale e toccante la esibizione in Basilica di San Marco dove una Messa comunitaria cantata dal Coro roccastradino ha suggellato il primo patto di fratellanza fra gli oltre 1.000 roccastradini sparsi in tutto il mondo. Nel sito internet del Coro su www.ciaotoscana.com è stato lanciato il form per aderire all'associazione "Roccastradini nel mondo".

Una folta delegazione segue il Coro dei Concordi in concerto a Venezia sabato 27 e domenica 28 marzo.  La tournée di due giorni del coro roccastradino in laguna nasce da un invito rivolto al maestro del coro Amerini dal cardinale Angelo Scola Patriarca di Venezia che in questo modo ha voluto riconoscere alla compagine artistica maremmana la vocazione all'arte e insieme alla solidarietà a vfavore della missione diocesana in Bolivia fondata quando era vescovo di Grosseto. Il coro al completo canterà la Messa domenicale delle 11 in Basilica di San Marco e si esibirà tra Campo de Frari e il Ponte di Rialto in una sequenza di piccoli concerti per ponti e calli della città lagunare.I prossimi appuntamenti del coro sono la messa commemorativa del 18 aprile a Roccastrada,  il maggio tradizionale al Teatro dei Concordi del 30 aprile, la rassegna corale internazionale al teatro comunale di il 15 maggio, l'ottava rassegna Melodie nel Castello di Belagaio del 19 giugno e la rassegna corale per il 30° anniversario dei Madrigalisti di Magliano il 26 giugno. Il coro intanto cerca uomini e donne per potenziare il gruppo in vista della tournée spagnola del 2005.

Grande meeting del decennale del Coro dei Concordi a Roccastrada. Dopo la messa cantata nella chiesa roccastradina ospite don Claudio Piccinini ex-parroco venuto proprio dalla Bolivia, spettacolare rassegna corale nella splendida cornice del Teatro dei Concordi per festeggiare i 10 anni del Coro dei Concordi di Roccastrada e finalizzata ad aiutare il progetto "Il Sole" per la costruzione di una casa famiglia per disabili a Grosseto. Sul palco quattro corali, oltre ai Concordi c'era la "G. Verdi" di Arcidosso, la "Amici del Canto" e la "Orlando di Lasso Ensemble" di Grosseto oltre ai "Giovani Cantori dei Concordi" e alla soprano Elisa Cenni. Grazie a canto e solidarietà i Concordi hanno fatto 10 con il tutto esaurito del teatro. "C'è sempre una prima volta - dice il maestro del Coro Mario Amerini - e oggi questo teatro nei suoi 130 anni di vita ha sperimentato una giornata inedita di arte tutta maremmana, segno che i Concordi sanno fare anche cultura." "Il nostro obiettivo era aiutare la Casa Famiglia il Sole - aggiunge il presidente del coro Carlo Pistolesi - e l'ingresso ad offerta sarà devoluto per garantire ospitalità a persone con grave disabilità e che non possono essere seguite dalle loro famiglie." Il culmine della serata è esploso con l'insieme corale del "Và pensiero" di Verdi, con oltre 100 coristi e orchestra. Il motto dei Concordi "amicizia e solidarietà", ha confermato così la vocazione di questa vitale associazione dell'Alta Maremma che, allo stare insieme cantando, aggiunge sempre quel tocco di brio che convince e coinvolge. Alla cena conviviale in Biblioteca Comunale infatti, di fronte agli straordinari prodotti tipici roccastradini offerti dal Coro la serietà compassata dei coristi in scena si è sciolta in una kermesse di solidarietà che non ha perso di vista però i nuovi impegni futuri sempre in aiuto alla Fondazione "Il Sole".

Dopo la Tournée in Francia della scorsa primavera i Concordi a novembre sono proiettati a Venezia in una Tournée eccezionale che li vedrà festeggiare degnamente il loro 10° anniversario di fondazione. Prevista una moltitudine di amici e sostenitori al seguito con il coro che si esibirà nella Basilica di San Marco alla Messa delle 11,15 ma darà concerti anche nella Chiesa dei Frari (vi è sepolto Claudio Monteverdi) sul Ponte di Rialto e, di notte, nelle calli più frequentate della città. La macchina organizzativa, ormai collaudata dalle tournée fiorentina, tedesca e francese, è già in moto e prelude alla prossima tournée in Spagna del 2004. Il coro intanto cerca coristi specialmente nel settore tenori e soprani.

MESSA E CONCERTO  Domenica 7 dicembre nella Chiesa di San Niccolò a Roccastrada Messa del decennale del Coro dei Concordi che festeggiano così la loro presenza sul territorio dal 1992. Seguirà un grande pranzo con coristi vecchi e nuovi con uno speciale invito rivolto al centinaio di coristi che in 10 anni si sono alternati nel coro roccastradino. Lunedì 8 dicembre ore 16 al Teatro dei Concordi grande Rassegna Corale con 3 cori che festeggeranno l'avvenimento: la G. Verdi di Arcidosso, la O.di Lasso Ensemble, il Coro degli Amici del Canto di Grosseto oltre allo stesso Coro dei Concordi e al Piccolo Coro dei Concordi. Intermezzo con il soprano lirico Elisa Cenni di Massa Marittima accompagnata da Ambra Franceschini.  Il biglietto a offerta sarà destinato alla realizzazione della Casa Famiglia "Il Sole" di Grosseto per l'assistenza all'handicap.

10 ANNI DEL CORO DEI CONCORDI 02.12.03   Il Coro dei Concordi  ha 10 anni e nasce a Roccastrada nel 1992  da un gruppo di amici che spaziano prima nella musica popolare e si spingono poi verso la musica sacra, quella antica,  fino a quella moderna con oltre 50 opere in repertorio e oltre 170 concerti.  Nel 1993 ben 30 dilettanti fondano l'associazione culturale " Coro Polifonico dei Concordi" con oltre 200 soci e una grande passione per cantare che insieme hanno superato i 10 anni di attività.
I primi tre anni 1992-1994 sono stati  molto duri sia per le difficoltà a prfzionare stile e voce sia  per  consolidare una  leadership del gruppo affidabile e motivata raggiunta solo nel 1994.  Poi sino al 1998 l'assestamento e l'espansione culturale del Coro quindi con l'attuale presidente Carlo Pistolesi si perfeziona e completa il salto di qualità organizzativo del Coro. Il coro oggi è uno strumento per fare amicizia, stringere rapporti internazionali, impegnarsi nella solidarietà per il Sud del Mondo, fare cultura e  un contenitore viaggiare insieme e fare baldoria.   Il Coro raggiunge l'apice dell'impegno con la realizzazione di una tournée in Germania e una in Francia animando due  gemellaggi fra il Comune di Roccastrada, Zeiskam e Artannes sur Indre.   Oggi è una importante dimensione della vita sociale di un piccolo  centro di periferia come Roccastrada. In futuro, Venezia, Salisburgo, Spagna e America Latina. Per i 36 coristi essere dilettanti non è un problema anzi è uno stimolo perché sanno che la musica,  come lingua internazionale,  è la chiave per aprire mille porte. La raffinatezza artistica pur essendo un obiettivo non è il fine se questo può andare a discapito dell'unità e della voglia spontanea di cantare.  Dal 1992 il maestro direttore del coro è Mario Amerini

Concordi Look   Festeggiato il decennale di fondazione e accolti gli ultimi ingressi di nuovi coristi il Coro dei Concordi di Roccastrada rinnova il look e cambia l'attuale abito di concerto. I coristi in vista degli impegni internazionali cercano un nuovo modello per il periodo estivo e invernale che sia gradito anche ai giovani. Attualmente gli uomini sono in completo nero, camicia bianca e fiocco mentre le donne sono in gilet e una lunga gonna nera su camicia bianca ma i coristi vogliono cambiare e dare una nota di colore alle loro performances e un tocco di classe alla coreografia in cui si esibiscono. Per questo i Concordi hanno lanciato un concorso di idee il "Concordi Look"  che tenga conto delle peculiarità del gruppo e indichi una nuova immagine del complesso corale all'altezza dei tempi. L'invito per un'idea progettuale è rivolto agli stilisti ma anche a gente comune e la proposta dovrà essere inoltrata al Coro entro il prossimo 31 dicembre. In premio la griffatura dell'abito in tutte le esibizioni del coro.  Il bando si trova nel sito internet su www.ciaotoscana.com

Messa Luterana Dopo estate impegnativo dei Concordi di Roccastrada Il Coro animerà il 4 settembre a Roccastrada una Messa di matrimonio per 2 giovani sposi tedeschi luterani che hanno scelto Roccastrada per la luna di miele. Ma l'avvenimento che coronerà il 10° anniversario della fondazione del Coro è la serie di concerti a Venezia  in Basilica di San Marco, nella Chiesa dei Frari presso la tomba del famoso compositore del rinascimento Claudio Monteverdi, nel Palazzo dei Dogi e nelle più pittoresche Calli di Venezia non ultimo sul Ponte di Rialto e sul Ponte dei Sospiri. Il coro sta completando le autorizzazioni necessarie e sta organizzando 2 autobus per un tour tutto speciale probabuilmente nel prossimo autunno ripetendo così il meeting itinerante a Firenze nel 2000 quando il coro roccastradino riuscì addirittura a cantare agli Uffizi.

MELODIE NEL CASTELLO  Sponsor l'Amministrazione Comunale e Coro dei Concordi e su concessione del Corpo Forestale 7 ª Rassegna corale e strumentale "Melodie nel Castello" Nella cornice naturalistica del Castello di Belagaio - Torniella ci saranno i Concordi con il loro repertorio e il gruppo corale tedesco Vocalis 25 cantanti che eseguiranno musica moderna, gospel e leggera Intermezzo col Trio strumentale G. Viotti di Grosseto con le violiniste Elisa e Daniela Rocchi accompagnate dal maestro Stefano Bigoni al Pianoforte. Ingresso gratuito  La serata è finalizzata a promuovere le attività di Emergency nel mondo. Sabato 14 giugno ore 21

Il coro si espande   ed entrano nuovi coristi l'appello lanciato per un potenziamento del gruppo in vista delle prossime tournée internazionali ha dato i frutti sperati e altri coristi uomini e donne sono entrati ma il coro si aspetta di più e per questo sta cambiando repertorio in programma canzoni moderne e jazz per avvicinare i più giovani. Intanto continua la compilazione del CD e la programmazione del 2004: Nel mese di dicembre è prevista una grande rassegna corale a Roccastrada al Teatro dei Concordi.

5 impegni canori e uno culinario per i 50 Concordi di cui 25 coristi al seguito del gemellaggio francese. L'impegno per l'Europa ha visto di nuovo il coro roccastradino protagonista in una nuova entusiasmante tournée in Francia dopo quella in Germania nel 2001. Saggi corali nella casa di Leonardo da Vinci a Clos Lucé e nella Sala del Re nel Castello di Amboise. Poi un grande concerto nella cattedrale di Tours in una immensa coreografia gotica di cuspidi e vetrages del 13° secolo. Infine la rassegna corale con il locale coro francese Par Si Par La che ha strappato applausi, riconoscimenti e tanta emozione. Il coro ha anche stretto un'alleanza con un centinaio di bambini delle scuole artannesi regalando loro un concerto esclusivo fra i banchi di scuola. Ma l'elemento clou della tournée è stato il comune canto corale in lingua francese nella chiesa di Artannes colma all'inverosimile con 60 coristi di due nazionalità che hanno incrociato le loro voci concretizzando simbolicamente l'unità europea.

Rientrati dalla tournée in Francia  il Coro dei Concordi di Roccastrada lancia la classica rassegna di primavera nella suggestiva  cornice naturalistica del Castello di Belagaio. Sabato 14 giugno ore 21 "Melodie nel Castello" ospite d'onore il coro tedesco "Vocalis", una trentina di artisti ospiti giunti grazie alla gemellata Zeiskam, che si esibiranno con musica moderna. Intermezzo del duo di violini Daniela e Elisa Rocchi accompagnate da Stefano Bigoni al pianoforte. Al termine gli artisti sosteranno a cena nella corte del Castello ospiti dei Concordi. La serata viene organizzata ogni anno dai Concordi e dal Comune di Roccastrada grazie alla collaborazione del Corpo Forestale dello Stato per promuovere le attività di volontariato e quest'anno la rassegna è dedicata a Emergency.Ingresso libero e gratuito.

Il coro in tournée in Francia a fine maggio al seguito del gemellaggio del Comune di Roccastrada con Artannes nella Valle della Loira. Lo aspetta una tournée intensa di 6 giorni con concerti nel Castello di Amboise, nella chiesa di Artannes sur Indre per una rassegna col coro gemello "Par sì par là" infine nella Cattedrale di Tours con un concerto straordinario. Il coro si cimenta così nella 2ª tournée estera della sua storia festeggiando in Europa i suoi 10 anni di attività. Coristi al gran completo con un programma intenso sia culturale che umano ospiti delle famiglie francesi.Al rientro dalla Francia il Coro lancerà subito la classica rassegna di primavera nella suggestiva cornice naturalistica del Castello di Belagaio sabato 14 giugno ospitando il coro tedesco "Vocalis". Ci sarà poi un breve periodo di riposo per poi riprendere l'incisione del primo CD del Coro roccastradino che a settembre celebrerà il 10° anniversario della sua fondazione con concerti e eventi inseriti durante i festeggiamenti popolari. Il coro, più vitale che mai, attende che nuove voci maschili e femminili entrino a far parte del gruppo rivolgendosi specialmente ai giovani per i quali sta modificando il suo repertorio. In prospettiva infatti si prepara una tournée a Venezia e una in Spagna.

A 93 anni suonati  è morto Venanzio Nativi memoria storica di Roccastrada. Imprenditore e artista, Venanzio si è spento dopo una vita intensa di lavoro e di grande vivacità culturale. Impresario edile di grande capacità decisionale si deve a lui la ristrutturazione del Teatro dei Concordi negli anni 80  e una miriade di opere pubbliche tra cui un primo recupero della rupe del Collese. E' stato poi esperto scalpellino della pietra trachitica   e a lui si deve la balconata del palazzo comunale, le decorazioni in pietra vulcanica delle chiese di S. Giuseppe e del S. Cuore a Grosseto, oltre all'edicola della Madonna del Buon Incontro al Terzo e il monumento funerario di don Bailo nel cimitero comunale. Amava anche il bel canto ed era diventato la "mascotte dei Concordi" di Roccastrada che lo ricordano con affetto e simpatia. Un uomo completo Venanzio, un uomo che si è fatto da sé, con un passato funestato dalla morte del padre, freddato a sangue freddo nel 1921, quando lui aveva appena 11 anni, da una squadra fascista,  vittima innocente del metodo della decimazione. Venanzio si è fatto strada prima come manovale, scalpellino, poi imprenditore fino ad una meritata pensione e questo grazie alle sue capacità di intrattenere la gente, al suo modo di fare capannello come si dice qui, rendendo ricchi di aneddoti e allegria gli incontri conviviali a cui non mancava mai.

Il Coro dei Concordi ricorda Renzo Petrucci  a un anno dalla scomparsa. Domenica 19 gennaio alle 11 nella Chiesa di San Niccolò a Roccastrada verrà officiata una Messa dedicata al corista dei Concordi che ha lasciato il gruppo proprio un anno fa strappato da una breve ma inesorabile malattia. Il Coro al gran completo lo ricorda così con una Messa cantata in suo onore.  Petrucci, controllore di volo, è stato uno dei padri fondatori del sodalizio musicale roccastradino e ne era membro della direzione oltre che fondatore della locale scuola di musica.

Prima riunione martedì 7 gennaio 2003 prima riunione del Consiglio direttivo del Coro dei Concordi  dopo il rinnovo delle cariche triennali 2002-2004 obierttivo il programma 2003 Col Presidente Carlo Pistolesi, Vicepresidente Alfio Mori, la  Segretaria Anna Bambi, il Tesoriere Libertario Lanzoni fanno parte del Consiglio direttivo anche Paola Mauri, Giulia Conti, Hablitzel Elke  mentre i Sindaci revisori sono Marcello Tronconi, Lido Bartali e Felicita Morotti con i Capi sezione soprani Gigliola Pedani dei contralti Patrizia Fabbri dei tenori Mario Camarri e dei bassi Irio Giusti.  Nella commissione artistica entra anche Antonio Milia. Il maestro direttore rimane confermato Mario Amerini. In programma la registrazione del 1° CD del Coro poi si parlerà della Tournée di 5 giorni in Francia dove il Coro canterà tra l'altro nella Cattedrale di Tours e nel Castello di Amboise sulla Loira. Infine il programma del decennale del coro che si svolgerà tutto a Roccastrada con la pubblicazione del CD, con un concerto straordinario in settembre, la pubblicazione del numero speciale l'Eco dei Concordi e una grande cena sociale con coristi, ex coristi e tutti i sostenitori.

Grande Festa degli Auguri al Teatro Comunale dei Concordi di Roccastrada. dic 2002 . Nel teatro zeppo all'inverosimile quest'anno lo scopo sociale è andato ad Emergency la nota organizzazione italiana che opera nei teatri di guerra. Incasso record di migliaia di euro sia dal ticket che dal mercatino spontaneo nato dai ragazzi col patrocinio del Comune con il Comune e tutto devoluto ai medici di Gino Strada che si apprestano  a organizzarsi per seguire i venti di guerra che sembra portino ora in Irak. "Il successo dell'iniziativa - ci dice Carlo Pistolesi presidente del Coro e ispiratore della festa - era scontato  perchè la causa è giusta e Roccastrada l'ha capito." Hanno partecipato la Compagnia Instabile, il Coro dei Concordi, l'Arci Uisp, la Scuola di Musica Concordia & Armonia. Una cinquantina di ragazzi delle scuole roccastradine in forma autonoma e autorganizzata hanno portato i colori e la consueta gioia natalizia in un contesto particolarmente contraddittorio dove l'amarezza di una imminente guerra sta tentando di vanificare la Giornata della Pace del Primo dell'anno indetta dal Papa. Tra striscioni ed effetti multimediali protagonista è stata  pace e  solidarietà mediante la proiezione di un filmato sulle atrocità della guerra in Afganistan e l'opera di Emergency. Poi la esplosione della kermesse di canti, danze e teatralità varie. In chiusura un collegamento in diretta telefonica con le comunità gemelle di Zeiskam (D), Artannes sur Indre (F) e Bonrepos y Mirambell (E) che hanno collaborato all'impegno economico roccastradino a favore di Emergency.

Bilancio di fine anno dell'Associazione Musicale Coro dei Concordi che nel 2002 ha visto celebrare il decennale della nascita della corale roccastradina. "Festeggeremo il decennale nel 2003 anno in cui ci siamo costituiti come associazione - dice Carlo Pistolesi presidente del gruppo - un anno che ci vedrà anche in tournée all'estero." Il coro che ha riconfermato nel 2002 le cariche amministrative  ha partecipato al gemellaggio tedesco con Zeiskam e organizzato la grande kermesse spagnola d'estate quando oltre 100 valenciani hanno invaso  il territorio con musiche e colori.  Il 2002 è stato l'anno del riconoscimento degli scopi solidali verso il Terzo Mondo con il premio pervenuto dal Cardinale Julio Terrazas in visita a Roccastrada. Il Coro si riconferma dunque come un complesso in cui arte e solidarietà sono strettamente connessi ed è il presidente Pistolesi stesso che lo dimostra con l'impegno profuso per la animazione della Festa degli Auguri del prossimo 21 dicembre al Teatro dei Concordi con un palinsensto internazionale e una sorta di Telethon tutta roccastradina in aiuto a Emergency di Gino Strada. Il 2003 sarà anche l'anno del primo CD del Coro e a inizio 2003 tutti i coristi saranno "in ritiro" su due obiettivi prioritari il CD e la tournée sulla Loira in Francia.

Rinnovo di tutte le cariche societarie al Coro dei Concordi di Roccastrada confermati all'unanimità il Presidente Carlo Pistolesi Vicepresidente Alfio Mori Segretaria Anna Bambi  Tesoriere Libertario Lanzoni Nel  Consiglio Direttivo entrano anche Paola Mauri,
Giulia Conti e Hablitzel Elke Sindaci revisori: Marcello Tronconi , Lido Bartali, Felicita Morotti, Mario Camarri e Armida Musolesi Capi sezione: per i soprani Gigliola Pedani, per i contralti: Patrizia Fabbri, per i Tenori: M. Camarri, per i bassi: Irio Giusti. La Commissione artistica è così costituita: Pedani, Mauri, Pistolesi,  Antonio Milia oltre al maestro del coro confermato in Mario Amerini. "Stiamo programmando la stagione 2003 - precisa il presidente Pistolesi - che sarà intensa sia per il completamento del nostro primo CD che uscirà a settembre che per tutta una serie di rapporti internazionali che stiamo intessendo con il comitato per i gemellaggi di Roccastrada".  Una delegazione sarà in Germania in maggio e in luglio per due manifestazioni  culturali mentre a fine maggio tutto il Coro sarà in una tournée in Francia per il gemellaggio con Artannes. In giugno è atteso a Roccastrada il coro gospel e l'orchestra musicale giovanile tedesca di Zeiskam con 60 giovani mentre in settembre il Coro roccastradino celebrerà  il 10° anniversario dalla fondazione. "Ma il Coro - aggiunge Pistolesi - non è solo impegno culturale ma anche socializzazione, cene e gite per questo invitiamo altri ad entrare a godersi con noi questo momento felice per tutti."

Corso di Flamenco a Roccastrada Originale e eccezionale training dal vivo per adulti e ragazzi in una collaborazione fra Amministrazione Comunale e Escuela de Sevilla diretta da Tomàs de los Reyes pregevole artista gitano che ha scelto Roccastrada come residenza. E' l'onda del gemellaggio con la Spagna che richiama interesse per la cultura e la danza spagnola. A confermare l'attenzione al flamenco anche la superba esibizione di Tomàs ai festeggiamenti del settembre roccastradino. In piena globalizzazione il flamenco si adatta bene alla interculturalità del nostro tempo, nato come mix di cultura andalusa, ebraica, araba e indù. Le lezioni, tutte rigorosamente dal vivo con il chitarrista De los Reyes e la insegnante Esmeralda Diaz, saranno precedute da una lezione dimostrativa gratuita il 26 settembre dalle ore 18 alle 21 al Centro Civico di Roccastrada. Per le iscrizioni al Corso rivolgersi al tf 333 - 4321635