ROCCASTRADA gemellata con ZEISKAM (D)

La cerimonia, nel Palatinato-Renania, ha visto concorrere una folta delegazione italiana con il Coro dei Concordi e i giovani del gruppo rock degli A.T.P. Zeiskam ha 2400 abitanti, 4 cori di cui 2 prestigiosi in tutta la Germania e 2 orchestre. Insomma un paese che canta e sembra che sia tutto merito delle cipolle.

"Sono stati 4 giorni di festeggiamenti – racconta il sindaco Leonardo Marras – per suggellare un rapporto avviato nel 1999 con l’obiettivo di impegnare i nostri due ricchi paesi verso un progetto di solidarietÓ che si proietti anche al di fuori dal contesto europeo verso chi ha pi¨ bisogno di noi. "

Accompagnato dagli assessori Biagioni e Montomoli e dal consigliere comunale Scapigliati, Marras ha siglato il documento gemellare nella seduta straordinaria del consiglio comunale di Zeiskam presente il Presidente della Provincia di Germesheim tenuto nella sala delle suore di Zeiskam.

Ribaltato ogni luogo comune: apprezzato il calore dei tedeschi e notata la disciplina e la puntalitÓ degli italiani. Il sindaco commenta: "Il coro? Come in colonia, sveglia alle 7 e a nanna alle 22".

Il borgomastro tedesco Roland Humbert ha donato un’anfora di terracotta simbolo, in Germania, della civiltÓ romana e Marras ha donato una scultura raffigurante il "Fantasma del Castello di Sassoforte " in alabastro e trachite opera di Renato Pisani.

"Un evento storico - sottolinea Carlo Pistolesi presidente dei Concordi – specie per noi che come ambasciatori del gemellaggio mediante la musica abbiamo fatto crollare ogni barriera culturale, di lingua e di etnýa".

"Gli italiani continua Pistolesi - sono stati ospiti in famiglia e negli alberghi tedeschi creando un rapporto di familiaritÓ e di amicizia vera con la popolazione. "

"Il Coro – aggiunge il maestro Mario Amerini – ha fornito prestazioni eccezionali e ci˛ dimostra che se ci sono motivazioni e valori forti anche un piccolo centro come il nostro pu˛ esprimere risultati artistici e organizzativi di grande rilievo".

il cavallo di 2500 cipolle

Grande emozione nel concerto del gemellaggio quando 500 persone dirette dal maestro Amerini si sono alzate in piedi con i Concordi per cantare in italiano e in tedesco il "Va pensiero sull’ali dorate" di Giuseppe Verdi. Entusiasmo alla fine del concerto quando tutti hanno scandito all’unisono le parole "Europa, Europa".

L'occasione Ŕ la Festa delle Cipolla, sagra paesana di Zeiskam con l'elezione della Regina delle Cipolle: Carolina I. Simbolo della festa il cavallo cipollino allestito con 2500 cipolle.

Concerto dell'Impero a Speyer sede del Sacro Romano Impero. Sopra le tombe di 6 imperatori i Concordi hanno ricevuto il ringraziamento del decano della cattedrale p. H. Buckler. In prima assoluta il coro ha eseguito il difficile "Miserere mei Deus " di Allegri.

Nel palinsesto gemellare grande successo da parte del Coro dei Concordi che ha cantato una Messa nella chiesa cattolica di Zeiskam, ha tenuto un concerto nella cattedrale di Speyer e infine ha siglato il gemellaggio con un concerto nella chiesa protestante di Zeiskam in collaborazione con prestigiosi solisti tedeschi.

Durante la locale "sagra della cipolla", il complesso rock A.T.P., con Giacomo Tuliani, Giulio Pineschi e Clarissa Amerini, ha animato le serate danzanti.

Il folto gruppo di roccastradini ha organizzato il pranzo gemellare con 150 invitati nella parrocchia del paese tedesco a base di prodotti tipici maremmani offerti dalla COOP.

Il Coro canta la Messa nella chiesa cattolica e padre Bernhard Braun, parroco di Zeiskam, ha ringraziato Roccastrada e i Concordi sia per questa grande partecipazione che del pranzo del gemellaggio offerto dal coro a base di prodotti tipici maremmani, nei locali della parrocchia.

I particolari e le foto della visita sono sul sito internet del Coro su www.ciaotoscana.com, oltre che sulla pubblicazione del settembre roccastradino e sul video edito dal corista Lori noto fotoreporter di Roccastrada per il decennale che il coro festeggerÓ a breve nel 2002.